VisibleDustItalia




 

Categorie prodotti

TROVA IL TUO KIT


Quali sono gli strumenti giusti
per la mia fotocamera?
Scoprilo con la
TABELLA DIMENSIONI SENSORE

Approfondimenti

La natura della polvere (di VisibleDust & Quantiam Technologies)


Su Internet si trovano diversi miti su quale sia il metodo migliore e più sicuro per pulire il sensore della vostra fotocamera. In VisibleDust, investiamo nella ricerca scientifica per aiutarvi a risparmiare tempo
e denaro facendo una scelta informata basata sui fatti, non sulle opinioni.

Sorprendentemente anche i metodi raccomandati da alcuni produttori di fotocamere hanno degli effetti collaterali. Sapevate che la maggior parte dei centri per la pulizia delle fotocamere puliscono solo il sensore senza provvedere a rimuovere la polvere da altre aree critiche della fotocamera?



Cosa rende Visible Dust un'azienda differente?

In VisibleDust usiamo un approccio scientifico per la rimozione di polvere e macchie dalla superficie del sensore.
Ciò comporta una ricerca ed un'analisi approfondite sulla sicurezza e l'uso prolungato dei nostri prodotti. Questo ci rende un'azienda differente da quelle che semplicemente usano strumenti casalinghi o da banco senza valutazioni di sicurezza o conoscenze scientifiche.

Per esempio, potete trovare imitazioni a basso costo o nylon comune o pennelli ordinari ad una frazione del prezzo, se non vi interessano gli effetti a lungo termine o la sicurezza degli strumenti. Considerate con attenzione che i nostri pennelli sono realizzati per uno scopo differente dalla pittura, la quale richiede solo di depositare il colore. Come leggerete sotto, il solo atto di spazzare il sensore può essere molto pericoloso in paragone all'effetto di sollevamento della plvere di Sensor Brush®.

Qual è il mito riguardo la polvere sul sensore?


Molta gente presuppone che la maggior parte delle fotocamere presentino polvere sul sensore già da nuove. Questo è un fatto basato sulla loro reale esperienza. Comunque, la maggior parte della polvere cade da altre parti della fotocamera durante il trasporto.

Anche se non romuovete mai l'ottica, è probabile che prima o poi sentirete l'effetto della polvere sul sensore. Questo è dovuto al fatto che la polvere ha sia origini esterne che interne. Così, ignorare la provenienza della polvere non aiuta a risolvere il problema. In molte fotocamere nuove le sorgenti interne hanno più peso di quelle esterne.

Cosa sono quei puntini che vedo sul sensore?

Per capire come rimuovere correttamente la polvere o le macchie dal sensore, dobbiamo prima capire cosa sono e da dove vengono. Le macchie sul sensore possono essere umide o asciutte e provenire dall'esterno o dall'interno della fotocamera.
Le macchie umide
possono essere a abse acquosa od oleosa. Un esempio di macchia acquosa sono delle gocce di pioggia mentre una macchia oleosa sarà probabilmente di lubrificante proveniente dall'otturatore o dallo specchio. Ci sono naturalmente altri esempi quali saliva, che contiene proteine e soluzioni grasse che possono cadere sul sensore. Questo può accadere duranet una conversazione o se si respira forte quando il sensore è esposto.
Le macchie secche
sono semplicemente particelle di polvere che possono essere composte di vari materiali.

La "polvere" può essere classificata sotto una delle 4 seguenti categorie:

Quarzo o silicio molto dura — la maggior parte dei graffi sono causati da queste particelle (es: vetro e sabbia)

Metallica meno dura del silicio

Fibre abitualmente di natura sintetica, provenienti dai nostri abiti - abbastanza innocue ma fastidiose.

Organiche & artificiali può essere di origine interna come il lubrificante o esterna come polline, cellule epiteliali, oppure come esempio di contaminati artificiali possiamo avere la schiuma o il tessuto usati all'interno della cassa della fotocamera — anch'esse abbastanza innocue ma fastidiose.

Silicon sample
Particella di silicio

Particella di quarzo
Fiber sample
Campione di fibra
Organic sample
Campione organico


Osservazione di diverse particelle di polvere e fibre
Le immagini sottostanti sono di diverse parti interne della cassa della fotocamera e della superficie delle ottiche Canon. Illustrano in particolare che in questo caso Canon usa un tessuto morbido quale il velcro per ricoprire la cassa delle fotocamera perché la polvere si attacchi ad esso ( e non vada sul sensore). Questo aiuta molto con le particelle grandi che hanno molti punti di contatto, ma le particelle più piccole cadranno più facilmente sul sensore con un po' di scuotimento.

Questo metodo preventivo funziona bene finchè non raggiunge il suo livello di capacità massima.
Una volta che il tessuto è saturo, tutte le particelle di polvere o fibre cadono semplicemente sul sensore. Comuque, rimuovere le
particelle con una pulizia regolare previene che esse cadano sul sensore. Ciò renderà queste "trappole per la polvere" più efficaci.




Fibra attaccata ad un parte in schiuma (per lo specchio)


Scheggiatura sulla baionetta


Fibra di polvere dentro la cassa del sensore (da un panno)


Fibra di polvere dentro la cassa del sensore (da un panno)


Ottica prima della pulizia


Ottica dopo la pulizia



Ottica prima della pulizia


Ottica dopo la pulizia

Usare il pennello Sensor Brush® (Chamber cleaning brush) e la soluzione Chamber Clean™ migliorerà molto la rimozione di queste particelle. Raccomandiamo di NON utilizzare lo stesso pennello per la puliza del sensore e quella della cassa, per minimizzare il rischio di contaminazioni e sbavature.

Natura dettagliata di varie particelle di polvere

Silicon sample
Campione preso dalla
cassa della fotocamera
Quartz sample
Campioni presi dalla
cassa della fotocamera
Le immagini sulla destra mostrano come sono fatti diversi componenti della polvere. Conoscere questi componenti permette di determinare come eliminare questi contaminanti usando metodi scientifici.

I componenti artificiali sono facilmente riconoscibili poiché sono per la maggior parte di natura sintetica. Per esempio le particelle a forma di bastoncino sono di silicio che probabilmente viene dal materiale composto usato per rinforzare il corpo macchina. Questi materiali sono spesso usati per ridurre il peso della fotocamera, rinforzandola senza dover usare componenti metallici più pesanti.
Questo materiale è composto principalmente da silicio, che ha un alto grado di durezza. Quando una particella di silicio cade sul sensore, qualsiasi pressione sul sensore genrerebbe un graffio.

Quarzo e silicio sono più duri della maggior parte dei metalli. Nelle foto potete vedere l'aspetto delle particelle che provengono dall'interno del corpo macchina. Quelle a base di silicio sono più pericolose poiché per la loro durezza possono causare graffi al sensore.

Queste particelle possono avere origine da crepe nella parte in ossido di silicio dello specchio, da componenti elettronici o dal corpo stesso della fotocamera, sabbia con parti di quarzo e altre sorgenti ancora.

Per motivi di sicurezza è fortemente raccomandato l'uso di un pennello per sensore prima di una pulizia con liquidi e tamponi.

Perché è importante pulire tutte le parti della fotocamera, non solo il sensore?

Le seguenti foto mostrano delle particelle di polvere. I campioni sono presi dal corpo macchina sotto la baionetta per l'attacco delle ottiche.



Zoom ottico 10×



Zoom ottico 50×



Ingrandimento al microscopio 100×



Ingrandimento al microscopio 500×

NElle seguenti immagini vediamo invece come i diversi componenti della polvere quali silicio, Cromo, Nichel e ferro sono i componenti di questo tipo di particelle.
Il silicio è il responsabile della maggior parte dei graffi a causa della sua durezza. Gli altri componenti provengono probabilmente da scheggiature sulla baionetta di aggancio delle ottiche. Non è una sorpresa che a causa della frizione alcuni piccoli trucioli metallici possano finire prima o poi sul sensore.

Secondary Electron Image 1,000×
Nelle seguenti immagini, ingrandite del 400x e del 1000x, è possibile vedere come le due particelle si aggrappino alle fibre dei filamenti di Sensor Brush™ in direzioni opposte. L'effetto sollevante brevettato è dovuto alla carica delle fibre stesse e può chiaramente dimostrare la superiorità di Sensor Brush™ come strumento di rimozione della polvere. Poiché la polvere "salta"sulle fibre del pennello, on possono essere lasciate cadere sul sensore, che è quanto succederebbe con un normale pennello.




Secondary Electron Image
400×


Secondary Electron Image
1000×


Secondary Electron Image
1000×


Secondary Electron Image 500×



Secondary Electron Image 5,000×

Organic sample:



Secondary Electron Image 2,000×



Secondary Electron Image 5,000×

Man-made sample:



Secondary Electron Image 5000×



Secondary Electron Image 10,000×

Conclusione:

Usate un differente Sensor Brush® per la cassa e per il sensore per evitare rischi di contaminazione.

Le immagini mostrano come rimuovendo le particelle dalla cassa della fotocamera aumenti significativamente la durata della pulizia del sensore nonché ne preservi l'integrità! Mostra anche perchè una pulizia che si limiti al sensore non è un metodo efficace.

Significativamente, noi siamo l'unica a zienda a fornire sistemi di eliminaizone della polvere da aree diverse dal sensore!